Questo sito utilizza cookie di profilazione propri o di terze parti, per saperne di più clicca qui
Quello che le donne non dicono
10-09-2018
Non ricordo mai di aver chiesto e cercato conforto per la mia ingestibile irritabilità da premestruo o per i miei dolori mestruali. Le infiammazioni intestinali avevano già colpito alcune persone di famiglia e spesso mi chiedevo se la colite che mi tormentava il giorno prima del ciclo, poteva essere collegata. Non sapevo a chi chiedere, anche perché ben più grave era la dermatite atopica che, nei momenti meno opportuni, ricompariva come a dirmi “occhio Rosa, ci sono anche io”. L’asticella dello stress e del dolore è sempre stata la mia dermatite e anni dopo l’insonnia.

Se mi stai leggendo magari ritrovi anche tu una sorta di filo conduttore e non sai da dove partire.
Oggi finalmente scoprirai che tutto ha un senso.
In sostanza è stata tutta colpa dei miei fianchi. Sì, quel fastidio eccesso di pannicolo adiposo che giustamente spesso menzionano come simile ad una pera.

Ho appena riguardato una foto dei miei 16 anni: una ragazzina con dei cuscini al posto dei fianchi. Una cosa esagerata e paurosa. Eppure il resto del corpo, il giro vita e le braccia: “normali!.
Cerco di essere precisa nella descrizione perché magari è tua figlia che sta vivendo questo tipo di trasformazione corporea. Ebbene l’aiuto migliore sarebbe stato quello di farmi visitare da un endocrinologo dove magari avrei anche approfondito i disturbi premestruali che “casualmente” erano diventati molto invalidanti: colite, vomito, emicrania che mi costringevano a letto sempre e solo quando era il ciclo a dover arrivare.
Ricapitolando la mia vita, ero travolta da ondate di colite soprattutto premestruale, dalla dermatite atopica che compariva dopo ennesimo malessere di mia madre, da nuove intolleranze alimentari, poi effetto yoyo, l’ipotiroidismo e la recente scoperta della tiroidite di Hashimoto…
Ma la colpa di questo caos è degli ormoni femminili: gli Estogeni!!!

Io vivevo una situazione prolungata di dominanza estrogenica. Con questo termine si indica sia un eccesso di estrogeni sia una carenza di progesterone con livelli normali di estrogeni. Mi spiego meglio con l’esempio dell’endometriosi: una malattia infiammatoria in cui il tessuto endometriale cresce in tutto il bacino. L'endometriosi è aggravata dall'eccesso di estrogeni, ma non è causata dall'eccesso di estrogeni.

Una breve spiegazione per chiarirti le cause scatenanti e le mie vere sabotatrici.
Tutti gli estrogeni (compresi gli xenoestrogeni o o sostanze chimiche dannose per il sistema endocrino) devono essere detossificati in un processo a due fasi attraverso il fegato e l'intestino. La coniugazione del fegato richiede sostanze nutritive come le vitamine B, il selenio e l'amminoacido glicina (casualmente le stesso sostanze indispensabili per una corretta funzionalità della tiroide). Questo processo è alterato dagli xenoestrogeni (io ho fatto largo uso di prodotti confezionati, verdure già lavate, imbustate…) e dall’alcol.
Dopo la coniugazione, gli estrogeni entrano nell'intestino, dove dovrebbero quindi uscire dal corpo. Quando sono presenti batteri sani, rimuovono gli estrogeni coniugati attraverso le feci. Quando sono presenti batteri non sani, alterano il metabolismo degli estrogeni creando un enzima chiamato beta-glucuronidasi, che riattiva gli estrogeni. L'estrogeno riattivato viene quindi riassorbito nel corpo mediante un processo chiamato ricircolazione enteroepatica o "ricircolazione del fegato”.
Ecco perché un frequente e costante utilizzo di antibiotici può peggiorare la sindrome premestruale, il colon irritabile, la tua colite o la tua stitichezza.
Da questi studi nasce il Metodo Aiuto Intestinale: il primo metodo che mette insieme l’universo donna e il sistema digerente.
Finalmente gli interrogativi, durati oltre 20 anni, trovano una risposta.

Potresti vivere una condizione di dominanza estrogeni se ti stai avvicinando alla menopausa.
I livelli di estrogeni sono “ballerini” negli anni precedenti la menopausa: ti sembra di essere sulle montagne russe. I sintomi possono essere molto fastidiosi: vampate di calore, l’insonnia. dolore al seno e umore molto instabile.

Puoi avere uno squilibrio estrogenico se come me hai esperienza di dermatite atopica, psoriasi, episodi di eczemi cutanei o hai già scoperto di essere intollerante all’istamina.
Gli estrogeni stimolano alcune cellule a produrre più istamina e inibiscono enzimi in grado di di eliminarla. Allo stesso tempo, l'istamina stimola le ovaie a produrre più estrogeni. Il risultato netto è un circolo vizioso di:

estrogeno → istamina → estrogeno → istamina…

Ora è un po' più chiara la connessione?
Se sei adolescente o hai una figlia che vive questa fase, è fisiologico avere un aumento della “sensibilità agli estrogeni” e quindi avere disturbi pre-mestruali, ma questa fase dovrebbe stabilizzarsi dopo un anno o due.

Se invece stai vivendo un aumento di peso è importante che tu sappia quello che nessuno ha mai spiegato a me: il grasso corporeo produce un estrogeno chiamato estrone. Quando sei in gioventù, troppo estrone può compromettere l'ovulazione e causare la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS).
Se sei in menopausa, troppo estrone può aumentare il rischio di cancro uterino.

-Come posso aiutarti con questo articolo-
Penso che in primis sia importante darti delle risposte e chiarirti delle domande. Se prendi consapevolezza sei già pronta al cambiamento.
Credo che l’alcol, il peso corporeo e l’uso di prodotti confezionati e imbustati siano il terzetto dalla quale sento di metterti in guarda.
Il Metodo Aiuto Intestinale ti prende per mano, ti indica lo stile di vita più sereno, non condanna alcun cibo. Non troverai mai un articolo punitivo e di terrorismo alimentare.
Ti auguro di trovare la causa scatenante. Nel mio caso, ci ho messo anni, ma sono felice di aver potuto condividere i miei studi con te.
Se vuoi raccontarmi scrivi a drflocco@iltuoaiutonutrizionale.it
Leggi altri articoli...
07-11-2018
Fase Premestruale e Istinti Assassini
leggi articolo
25-06-2018
Malattia di Crohn: una parola pensata, sussurata.
leggi articolo